La misura sostituisce il “bonus Renzi” che ...
Il Dap ha emanato due interpelli nazionali per ...
Il SIPPE, Sindacato Polizia Penitenziaria, ha diffidato e messo
Roma, 24 Marzo 2020 - Alcune Direzioni penitenziarie non ...
Il SIPPE, dopo i noti gravi fatti di rivolta, ha chiesto al ...
ESTENSIONE PERMESSI 104, DE PASQUALE (SIPPE): “L’ERRONEA APPLICAZIONE DEL DL  POTREBBE CREARE DISABILI DI SERIE A E DI SERIE B”

E’ stato segnalato che diverse direzioni di istituti e servizi penitenziari starebbero erroneamente interpretando l’articolo 24 del decreto legge 17 marzo 2020 e di conseguenza, non starebbero concedendo gli ulteriori 12 giorni di permesso legge 104 da usare nei mesi di marzo ed aprile 2020. Lo dichiara, in una nota, il Presidente del SIPPE Alessandro De Pasquale che avendo ricevuto varie doglianze, ha immediatamente scritto una lettera al Direttore Generale del Personale e delle Risorse del DAP. Secondo De Pasquale – si legge nella nota - le direzioni non autorizzerebbero l’estensione dei 12 giorni di permesso 104 perché secondo una loro interpretazione non meglio identificata – afferma il leader del SIPPE - il diritto di cui all’articolo 24 sarebbe riconosciuto solo al personale sanitario e non anche al personale del comparto sicurezza. De Pasquale afferma che la norma in questione va interpretata in modo sistematico così da ricostruire la ratio legis, ovvero la finalità sociale della norma stessa che – ricorda - è diretta a garantire assistenza a disabili in situazione di gravità. L’erronea interpretazione di cui sopra – conclude il sindacalista - potrebbe quindi determinare una disparità di trattamento senza precedenti, con disabili di serie A e quelli di serie B, e la mancata autorizzazione danneggerebbe i diritti del disabile ed esporrebbe l’Amministrazione a potenziali azioni legali. De Pasquale chiede quindi l’intervento del Direttore Generale Parisi.

Leggi la lettera

 

Roma, 18 marzo 2020

Last modified on Mercoledì, 18 Marzo 2020 17:41
Share this article

Contatti

Top